LA VALIGIA PERFETTA PER IL WEEKEND IN MONTAGNA

Appunti di stile by on 13 dicembre 2012

Le basse temperature testimoniano l’arrivo dell’inverno, nonostante in senso astronomico bisogni attendere il 21 dicembre, ma l’atmosfera natalizia è già sufficiente a far sognare la quiete di un fine settimana davanti al camino nella casa in montagna o sulle piste da scii. Cosa mettere in valigia? Di certo non può mancare il dolcevita di Pal Zileri: caldo, confortevole, pratico ed elegante, è la scelta perfetta per chi, sotto al pesante giaccone che andrà tolto negli accoglienti locali, non vuole tradire il senso dello stile. Il giubbino Moncler, si sa, ha la montagna nel proprio DNA: il nome è l’abbreviazione di Monestier de Clermont, una località alpina vicina a Grenoble e vestì gli alpini durante la seconda guerra mondiale, gli atleti francesi alle Olimpiadi invernali del 1968 e grandi scalatori come Lionel Terray. Chi preferisce un abbigliamento tecnico non può non mettere in valigia uno dei capi del marchio svizzero Mountain Force, in particolare la Rider Jacket: le cuciture termosaldate con tecnologia Ultra Sonic, l’imbottitura compressa termoisolante ed elastica e la linea morbida ne fanno un piccolo capolavoro di tecnologia tessile. Quanto agli accessori non possono mancare gli occhiali da sole di Mykita, sospesi tra il riferimento alle icone del passato e i riferimenti al design industriale, e ricoperti di una speciale finitura in PVD che li rende non ossidanti e resistenti. A completare la valigia ecco anche degli scarponcini iconici come quelli Timberland, le scarpe da trekking più famose al mondo e che vantano una storia quasi centenaria: fu Nathan Swartz nel 1918 a fondare questa azienda negli Stati Uniti e da lì partì la conquista di uomini di stile che, nel corso dei decenni ed in ogni parte del mondo, le hanno indossate nel loro tempo libero.

I commenti sono chiusi.