Tutti pazzi per il Dolcevita

Tendenze by on 23 ottobre 2012

 

Gli anni della Hollywood sul Tevere, delle maggiorate attrici nordiche, del boom economico e delle notti in via Veneto ci hanno lasciato uno dei film più belli della storia del cinema. “La dolce vita” di Federico Fellini è molto più di un ritratto di un epoca, è una specie di antologia del costume, di dizionario enciclopedico che ha definito le cose e creato un linguaggio, così, accanto al celebre neologismo “paparazzo” lanciato da Mastroianni quando dopo una fuga notturna riaccompagna la bionda diva Silvia in hotel, anche un capo cult dell’abbigliamento deve il suo nome proprio a questa pellicola. Il maglione dall’aderente collo alto e risvoltato, noto proprio come dolcevita, deve il suo nome all’affascinante Marcello Mastroianni che lo indossò in alcune sequenze del film e ne impresse il carattere elegante e al tempo stesso sexy. Entrato nel guardaroba di alcuni degli uomini più eleganti del secolo scorso, da Tedd Kennedy a Vladimir Ashkenazy, è utilizzato nelle occasioni meno informali, spesso sotto la giacca, ed in effetti uno degli abbinamenti più riusciti è quello di giacca spigata grigia e dolcevita nero. Pal Zileri non ha alcun dubbio a farne il must della maglieria autunno/inverno 2012-13 e lo propone in diversi look: chiaro sotto le giacche over check o nere con inserti di pelle, sotto il giubbino di renna per il tempo libero,  di lana rasata o con delle larghe trecce. Tra i suoi vantaggi quello di non richiedere l’utilizzo né della sciarpa, né della camicia sotto (sarebbe ridicolo vederne i rigonfiamenti, meglio portarlo sopra un’aderente t-shirt intima), ma ovviamente è un terreno fragile per chi non ha il collo lungo che dovrebbe accuratamente evitarlo e magari optare per il lupetto.  Ideale su pantaloni classici, su modelli più sportivi come i cargo e perfino sui jeans è un vero passepartout per sfidare con stile il freddo e citare anche una delle massime icone del cinema e della moda come Marcello Mastroianni.

 

I commenti sono chiusi.