Intervista a Manuela Miola, direttrice marketing di Pal Zileri

Attualità by on 27 agosto 2012

Sul set della campagna Pal Zileri autunno/inverno 2012-13 Quaderno di Stile ha avuto occasione di intervistare Manuela Miola, la direttrice marketing del gruppo che oltre a svelarci il retroscena delle ultime novità in casa Pal Zileri ci ha svelato il prossimo importante progetto che riguarda il web.

Dottoressa Miola, ci racconta come si è nato il marchio Pal Zileri?

Alla fine degli anni settanta l’azienda Forall era apprezzata in tutta l’Italia per la qualità e la creatività delle sue collezioni. Secondo i soci però, era giunto il momento di fare un ulteriore salto di qualità e di affermarsi con un marchio che rendesse riconoscibile l’identità stilistica dell’azienda. Da questa intuizione nacque così il marchio Pal Zileri, un marchio che identificava non tanto uno stilista, ma un team affiatato guidato a quel tempo dalle intuizioni di Gianfranco Barizza, socio fondatore dell’azienda.

32 anni dopo i fatti hanno confermato che si è trattato di una scelta vincente, no?

Esatto, basta dare un’occhiata ai dati sulle vendite: oggi Pal Zileri è distribuito in oltre 70 paesi sparsi per il mondo, tra monomarca e shop in shop le collezioni si trovano in vendita in oltre 200 negozi; l’Italia costituisce il primo mercato coprendo da sola circa il 25% delle vendite, il resto del continente europeo raggiunge il 52% ed in particolare il mercato russo è in grande crescita.

La crisi economica ha arrestato la vostra espansione?

No, nell’ultimo anno abbiamo aperto 10 negozi tra monomarca e shop in shop, fra i quali due in Cina e apriremo a breve nuovi negozi a Mosca, a San Pietroburgo, a Ekaterinburg,  e a Lima.

Come mai scegliete delle presentazioni e non delle sfilate per presentare le vostre collezioni?

Pal Zileri ha sfilato nel calendario di Milano Moda Uomo per qualche stagione, tuttavia ci è sembrato che non fosse lo strumento giusto per una linea classica e legata alla tradizione, il rischio era che le sfilate potessero diventare noiose, laddove generalmente sono un vero momento di spettacolo; piuttosto potremmo scegliere di sfilare con il marchio Lab. che è più giovane e sente maggiore necessità di cambiamento.

Sempre più spesso la gente mostra interesse verso lo shopping online, è una prospettiva che vi riguarda?

Assolutamente, a settembre sarà lanciato un nostro negozio virtuale che però terrà conto dello spirito Pal Zileri: i nostri clienti ci scelgono per la qualità, la cura dei dettagli, il piglio sartoriale, così anche durante lo shopping online devono essere in condizione di potere apprezzare tali aspetti.

A giugno è stato inaugurato il nuovo showroom a Milano e di recente avete anche ristrutturato il nuovo negozio di Londra…

Si tratta di due operazioni abbastanza connesse tra di loro, l’idea fondamentale è quella di mantenersi sempre al passo con i tempi, sia a Milano che a Londra abbiamo voluto creare degli spazi che esprimessero un’idea di novità, e nell’occasione ampliare i vecchi spazi; anche il negozio milanese di via Manzoni subirà ad agosto degli interventi che lo renderanno più grande e invitante.

I commenti sono chiusi.